Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

“La Confcommercio ti dà la carica“

CONVENZIONE REPOWER-CONFCOMMERCIOLeggi

Convenzioni

Associati e Viziati con le convenzioni ConfcommercioLeggi

Ford - Confcommercio: convenzione riservata solo ai soci

Leggi

CONVENZIONE ECO TECH

Sicurezza e salute nel luogo di lavoro- Richiedi un preventivoLeggi

«Sono guai. E il sindaco Pascuzzi non investe in promozione ed accoglienza»

CRITICO Amerigo Varotti della Confcommercio

PER Amerigo Varotti la perdita della Bandiera Blu per Gabicce è un fatto grave e sorprendente. «Grave — spiega il direttore provinciale della Confcommercio — perché si tratta di un riconoscimento noto ed apprezzato in tutta Europa tenendo conto che l'Italia è il paese che, nel continente, detiene più della metà dei riconoscimenti sanciti dalla Fee. Ma è anche sorprendente perché ci sono solo 4 località che sono uscite dalla classifica rispetto all'anno precedente: Anzio nel Lazio, Termoli in Molise, Pozzallo in Sicilia e, appunto, Gabicce nelle Marche».
Secondo Varotti l'amministrazione comunale dovrà capire e chiarire perché la cittadina balneare, dopo tanti anni, sia stata esclusa dall'ambito riconoscimento visto che la Bandiera blu viene assegnata non solo per la qualità delle acque, ma anche per la qualità delle strutture, delle infrastrutture, degli approdi, della depurazione, dei servizi.

«La cosa ulteriormente sorprendente — ragiona il direttore Confcommercio — è che Cattolica quest'anno si sia guadagnata la bandiera dopo essere stata esclusa l'anno scorso, e grosso modo le spiagge e il mare sono gli stessi. I servizi però sono diversi, quindi questi devono aver pesato molto nella valutazione». Inutile dire che sugli operatori turistici questa notizia avrà contraccolpi negativi: «La Bandiera Blu è sinonimo di qualità ambientale, di turismo a misura d'uomo e di bambino, quindi la località che la può esporre diventa immediatamente più appetibile, può distinguersi tra mille altre — spiega Varotti —. Ricordo che soprattutto nel nord Europa esiste una crescente ricerca di qualità ambientale. Prova ne è il fatto che alcuni turisti arrivano a chiedere hotel Iso 9000 che certificano i bassi consumi ambientali».

La conclusione di Varotti è amara: «Considerando la perdita della Bandiera Blu, e la mancanza di promozione che l'amministrazione non fa da decenni, si capisce bene come la situazione degli alberghi non sia tra le più felici nonostante la località sia stupenda e goda di un turismo che non è solo balneare, ma anche ambientale. Purtroppo il comune di Gabicce intasca la tassa di soggiorno, ma non spende neun euro per promozione ed accoglienza. Il sindaco Pascuzzi dovrebbe rifletterci su»


da Il Resto del Carlino

Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies