Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

Convenzioni

Associati e Viziati con le convenzioni ConfcommercioLeggi

Promuovi la tua Attività

Scopri come aumentare la tua clientela con i nostri serviziLeggi

Ford - Confcommercio: convenzione riservata solo ai soci

Leggi

Confcommercio e Riviera Banca ancora insieme nel 2020

Leggi

'No a sagre organizzate in officina'. 'Macché, tutto in regola'

Fermignano: polemica accesa tra Confcommercio provinciale e il Comune con il Gruppo giovani

'No a sagre organizzate in officina'. 'Macché, tutto in regola' Arzeni: «I nostri ristoratori massacrati dai controlli».
Feduzi: «Attacco bieco, questi ragazzi lavorano per tutti»

FERMIGNANO -Una polemica accesa: da una parte Confcommercio, dall'altra il Comune di Fermignano e l'associazione «Gruppo giovani Fermignano». L'associazione ha organizzato nello scorso week end due serate, musica e cena. Tanto è bastato da parte Associazione Ristoratori Confcommercio e Silb per inviare una lettera al prefetto e ai sindaci interessati, con tanto di foto oscurate dei partecipanti e organizzatori, in cui si dice: «Questo è il primo episodio, ma non sarà l'ultimo, di un modo sbagliato di fare ciò per cui invece interi settori come quello della ristorazione e dell'intrattenimento si dedicano anima e corpo con professionalità. Settori chiusi sino a pochi giorni per l'emergenza sanitaria che sta provocando l'emergenza economica. E qual è il risultato? Che chi vuole, come si sveglia la mattina, con il beneplacito o la tolleranza magari di una amministrazione comunale si inventa queste cose. Ma chi deve controllare? Chi deve autorizzare? Non sono forse gli stessi che controllano e autorizzano i nostri locali?».

Insomma, per Confcommercio, certi tipi di manifestazioni sono slegate dalla realtà del territorio: «Siamo d'accordo con le sagre - dice infatti Marco Arzeni - ma devono essere eventi collegati alla realtà storica del territorio, non serate organizzate in una officina». E poi: «I nostri associati vengono massacrati dai controlli. Lì i controlli chi li faceva?».

Replica del sindaco di Fermignano, Emanuele Feduzi, che ha patrocinato l'evento: «Mi pare un attacco di bassissima lega, da parte di Confcommercio. E' una manifestazione che fanno da anni, svolta con tutti i controlli (thermoscanner, distanze ecc...). I ragazzi che la organizzano sono attivissimi sul territorio, e lo aiutano così. Confcommercio piuttosto verifichi se ci sono gli assembramenti nei bar dei propri associati...».


da il Resto del Carlino

Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies