Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

Bronzi dorati e Fiera Nazionale del Tartufo, Pergola protagonista alla Bit di Milano

Leggi

Newsletter Confcommercio: "Il Fisco Semplice"

Leggi

Ford - Confcommercio: convenzione riservata solo ai soci

Leggi

CONVENZIONE ECO TECH

Sicurezza e salute nel luogo di lavoro- Richiedi un preventivoLeggi

Negozi sfitti, Varotti: “Gli amministratori in parte responsabili”

Il tema dei negozi sfitti e del degrado in alcune vie del centro storico ha generato diverse reazioni. Tra queste quella di Amerigo Varotti, direttore Confcommercio. “Negozi che chiudono, saracinesche abbassate nelle vie del centro storico che si va sempre più desertificando. In questi giorni alcuni commentatori ed esponenti politici locali – prevalentemente di opposizione – hanno denunciato una situazione che Confcommercio Pesaro e Urbino, inascoltata, prospetta da anni. La crisi del commercio di vicinato e la gravità di ciò che succede nei nostri centri storici – a Pesaro, forse, più che altrove nella nostra Provincia – ha molte cause e responsabilità.

E non sempre i comportamenti di Sindaci ed Amministratori vanno nella direzione di una auspicata inversione di tendenza”.

Come abbiamo visto anche in un nostro servizio sul tema dei negozi sfitti la situazione vede decine di spazi vuoti, ma non appetibili perchè in vie secondarie.

“C’è certamente la causa della elevata tassazione che grava sulle imprese (nonostante la pubblicità governativa l’Istat ha confermato la settimana scorsa che la pressione fiscale nel 2015 è al 43,4% come nel 2014 e difficilmente calerà nel 2016 visto che il PIL crescerà meno del previsto) – continua Varotti – c’è il peso abnorme della tassazione locale che è cresciuta in modo esponenziale negli ultimi 10 anni così come il costo dei servizi (servizio idrico e rifiuti su tutti) ormai – per alcune categorie – divenuti insostenibili.

C’è sicuramente la crisi economica generale che ha falcidiato i redditi, eliminato il ceto medio, aumentato le famiglie povere, aumentato i disoccupati giovani e donne conseguentemente favorito il calo dei consumi. C’è il costo spropositato di taluni canoni di locazione dei negozi nei centri storici. Ma c’è – è inutile girare attorno al pero come fanno certi politici che non vogliono sentire parlare di questo – soprattutto la generosa liberalizzazione della grande distribuzione commerciale. I tanti centri commerciali, ipermercati, supermercati, grandi magazzini e discount cresciuti come funghi nelle periferie delle nostre città (Pesaro e Fano su tutte) che hanno ammazzato il commercio e desertificato i nostri centri storici. E se i nostri Sindaci e Amministratori continuano a favorire l’apertura o gli ampliamenti di questi nuovi mostri – cementificando ancora il nostro martoriato territorio – come succede a Pesaro e Fano, non si può però piangere lacrime di coccodrillo sulla morte anche sociale delle vie e strade cittadine. I partiti che a Fano e Mondolfo plaudono all’ampliamento dell’Auchan o alla costruzione dell’outlet e i Sindaci (per non parlare di altri personaggi che non cito per amor di Patria) che inaugurano sorridenti supermercati a Pesaro hanno la grave responsabilità di quanto sta accadendo.

Da non perdere

Casa di Cura Privata Prof. Montanari

Casa di Cura Privata Prof. Montanari - La Casa di Cura Privata Prof. E. Montanari si trova a Morciano di Romagna ed è una struttura sanitaria privata che si occupa di medicina e chirurgia generale
La Casa di Cura Privata Prof. E. Montanari si trova a Morciano di Romagna ed è una struttura sanitaria privata che si occupa di medicina e chirurgia generale
Tel.: 0541.988129
www

Partner&Associati

#Conforzaecoraggio

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies