Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

Convenzioni

Associati e Viziati con le convenzioni ConfcommercioLeggi

Prestiti e Fidi Pos, la Confcommercio sceglie la Bcc di Gradara per aiutare i suoi associat

Leggi

CONVENZIONE ECO TECH

Sicurezza e salute nel luogo di lavoro- Richiedi un preventivoLeggi

Convenzione CONFCOMMERCIO con BIO LAB SRL

Leggi

«Itinerari della Bellezza, la nostra carta vincente»

«Itinerari della Bellezza, la nostra carta. vincente»

Amerigo Varotti spiega: «Una rete tra comuni per valorizzare l'offerta» erta» MARCHE NORD «LA NUOVA DENOMINAZIONE SIGNIFICA INTERESSE PER UN TERRITORIO PIU' VASTO DI QUELLO DI PESARO E URBINO» RIFLESSIONI ed analisi sulla situazione del terziario, con un occhio di riguardo per commercio e turismo, nell'incontro di fine anno della Confcommercio. Tra gli argomenti caldi' passati in rassegna dal direttore provinciale Amerigo Varotti la legge di stabilità 2018, il turismo, i dehors di Fano e l'outlet di Marotta. «L'associazione chiude l'anno con un nuovo statuto e un nuovo nome — annuncia Varotti —. Ora siamo Confcommercio Marche Nord, a significare un interesse per un territorio più vasto di quello di Pesaro-Urbino». Il 2017 è stato l'anno delle riforma delle camere di commercio, che ora ha avuto uno stop. «Il nostro auspicio — afferma Varotti — è che dalle elezioni esca qualcuno che si decida a modificare questa legge assurda». E' anche l'anno che si chiude con una legge Finanziaria che non soddisfa, perchè non prevede alcun sostegno per il terziario: in campo fiscale è stata rinviata l'introduzione della nuova imposta sul reddito d'impresa, l'Iri, che avrebbe consentito anche alle aziende piccole e piccolissime di pagare le tasse nella stessa misura delle grandi. Altro punto dolente è l'abolizione del fondo di solidarietà depositato all'Inps dai commercianti. Della Finanziaria Confcommercio contesta anche l'articolo 47 che prevede la possibilità per gli agricoltori di preparare i propri prodotti e venderli ovunque. «Questo è un attacco vero e proprio al mondo della ristorazione» sostiene lapidario Varotti. PASSANDO AL TURISMO, l'associazione di strada delle Marche ritorna sui risultati della stagione balneare appena conclusa e parla apertamente di dati-bufala resi dalla Regione, annunciano per gennaio un proprio report. Con il 2018 si apre tuttavia un'importante iniziativa, l'avvio degli Itinerari della Bellezza che dall'1 gennaio vedono Ascom partner dei comuni di Urbino, Sant'Angelo in Vado, Pergola, Fossombrone, Mondavio per la valorizzazione delle bellezze storico-artistiche, da visitare utilizzando un'unica card. «E' il primo esempio di rete tra comuni che presentano insieme un prodotto turistico» annuncia Varotti passando ai capitoli più spinosi, dehors a Fano e outlet a Marotta. «Sull'arredo esterno ai pubblici esercizi di Fano l'assessore si è scusato per il piano fatto male. Ma se entro il 31 non presenterà le modifiche, siamo pronti a fare ricorso al Tan . Capitolo outlet di Marotta: Varotti avverte i sindaci interessati che l'approvazione definitiva, calendarizzata in primavera, sarà una decisione deleteria per il commercio, il turismo, la rete infrastrutturale dei comuni interessati. «Ci ripensino, finchè sono in tempo». Infine, a Pesaro Ascom è pronta a dire la propria sull'arredo urbano, la progettazione del San Domenico e sul piano urbano di mobilità sostenibile, compreso l'allargamento della Ztl da Piazzale Primo Maggio a via Cavour, per il quale ha chiesto una nuova dotazione di parcheggi.

Critico sui dehors Sull'arredo di Fano l'assessore si è scusato per il piano. Ma se entro il 31 non presenterà le modifiche, siamo pronti a fare ricorso al Tar

Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies