Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

Violenza di genere: a Pesaro presentato #sicurezzaVera, il progetto nazionale di Fipe-Confcommercio

Leggi

Conoscere le eccellenze: dalla Collina delle Fate al via le visite con ristoratori di Confcommercio

Leggi

Guerra in Ucraina, preoccupazione di Confcommercio Marche Nord per imprese del territorio

Leggi

San Lorenzo in Campo entra nell’Itinerario della Bellezza

Salgono a 15 i Comuni in rete con ConfcommercioLeggi

«Il turismo è diventato una riserva strategica dove gli amministratori prondono i soldi»

Il turismo, lo ripetiamo da anni, è sicuramente la leva fondamentale di sviluppo della nostra economia.
Peccato che i politici l’hanno utilizzato solo per fare bei discorsi nei convegni o sui social network.
Oggi si è invece trasformato nella “pila dell’acqua santa”: il sito dove tutti gli amministratori mettono la mano per trovare soldi, facili da ottenere ed altrettanto facili da spendere.
Quest’anno assistiamo – non senza aver ampiamente criticato – alla massiccia azione dei Comuni nei confronti della Tassa di Soggiorno.
Il Comune di Pesaro l’ha aumentata; i Comuni di Urbino e Gabicce Mare han deciso di introdurla per la prima volta.
Un comodo bancomat da cui attingere risorse. Poco importa se l’aumento o l’introduzione arriva ad anno ampiamente iniziato e con i prezzi degli hotel già comunicati ed i contratti con le agenzie già formalizzati.
Abbiamo discusso con i Comuni di Gabicce Mare e Urbino sull’opportunità di applicare questa “Tassa sul Turismo”; abbiamo calmierato le richieste e discusso sulla pratica utilizzazione – a scopi tutistici – delle nuove entrate.
A Pesaro, nonostante l’aumento deciso dalla Giunta Ricci, non è più possibile concordare con l’Amministrazione l’utilizzazione delle risorse: il Sindaco decide a suo insindacabile giudizio. La concertazione è un residuato bellico!!
La cosa sorprendente è che i soldi provenienti dal turismo verranno solo in minima parte utilizzati per la promozione turistica giacchè taluni Sindaci (bontà loro) pensano che la promozione sia inutile e che basti fare un buon uso degli addetti stampa e dei social network.
Così come pensiamo che sia meglio spendere i soldi per l’accoglienza che per la promozione: magari facendo tanti eventi che – non programmati e pubblicizzati per tempo – servono solo ad accontentare i residenti, cioè gli elettori.

Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies