Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

Convenzione CONFCOMMERCIO con BIO LAB SRL

Leggi

Convenzioni

Associati e Viziati con le convenzioni ConfcommercioLeggi

CONVENZIONE ECO TECH

Sicurezza e salute nel luogo di lavoro- Richiedi un preventivoLeggi

Promuovi la tua Attività

Scopri come aumentare la tua clientela con i nostri serviziLeggi

I musei, le rocche, i castelli e le chiese: l'Itinerario della Bellezza

Una emozione ed una esperienza unica: il percorso dell'Itinerario della bellezza nella Provincia di Pesaro e Urbino non finisce di sorprendere per la quantità di musei, rocche, castelli, chiese, scavi archeologici che scopriamo o Fossombrone. Mondavio Pergola Sant'Angelo in Vado e Urbino.
II tutto immerso in un ambiente incontaminato dove la bellezza della natura e l'armonia delle colline è restato immutata nei secoli.

II nostro viaggio parte da FOSSOMBRONE. II Parco Archeologico ed il Museo "Vernarecci" ci ricordano la antica e romana "FORUM SEMPRONII", lungo la via Flaminia, che rappresentò per secoli il centro più prestigioso e importante della Valle del Metauro.
Nella parte alta della Città i resti della antica Rocca Malatestiana, potenziata per volere del Duca Federico da Montefeltro. Da qui si può godere un panorama mozzafiato. A pochi passi, nella "Corte Alta" si può visitare - a fianco del Museo Arcehologico - la Pinacoteca Civica ricca di importanti opere pittoriche (tra cui Federico Barocci, Francesco Podesti, Gaetano Lapis e Francesco Guerrieri).
Lungo il Corso Garibaldi (ricco di botteghe e negozi), l'unico nelle Marche a vantare un doppio porticato, si susseguono palazzi storici e chiese tra le quali la Chiesa di Son Filippo, sorta tra il 1608 e il 1613, dallo splendido interno barocco e la pala d'altare del pittore forsempronese Francesco Guerrieri. Non si può lasciare Fossombrone senza visitare la Casa Museo-Quadreria Cesarini ed ammirare le opere dell'artista Anselmo Bucci.

II nostro viaggio ci conduce a MONDAVIO uno dei Borghi più belli d'Itolia e Bandiera arancione del Touring Club. Mondavio è immersa nel verde delle colline, a pochi passi dal mare, con il centro storico racchiuso dalla possente cinta muraria sulla quale domina la quattrocentesca Rocca Roveresca.
La Rocca, eretta su disegno di Francesco di Giorgio Martini, è un capolavoro assoluto dell'architettura militare rinascimentale. A poca distanza dalla Rocca un piccolo gioiello del '600 è il Teatro Apollo: una bomboniera (non più di 70 posh) che stupisce per l'eleganza dei colori e degli elementi floreali che adornano i soffitti. Impossibile poi non visitare la Pinacoteca civica. di fianco al Palazzo Comunale, con opere di inestimabile pregio come la Pala duecentesca dipinta da Olivuccio di Ciccarello da Camerino.

Riprendiamo il nostro percorso ed arriviamo a PERGOLA. la Città del Museo dei Bronzi dorah da Cartoceto Museo che vanta la presenza dell'unico gruppo in bronzo dorato esistente al mondo giunto a noi dall'età romana. I bronzi dora ti, rinvenuti nel 1946, rappresentano due figure femminile e due cavalieri in veste militare in sella ai propri destrieri lussuosamente ornati. La sezione sericoartistica del Museo custodisce quadri e sculture di pregevole fattura tra cui il polittico di San Giacomo con Sant'Agostino Vescovo. E' conservata anche una sezione numismatica (con monete coniate dalla zecca della Città). Percorrendo le vie medievali della Città, tra splendidi palazzi, spicca una nutrita quantità di chiese ed edifici sacri (la "Pergoletta Santa") tutti da visitare a cominciare dalla Chiesa di Santa Maria di Piazza risalente all'anno 1000.

II nostro viaggio ci conduce a SANT'ANGELO IN VADO nell'Alta Volle del Metauro. Qui il tempo sembra essersi fermato: percorrendo il centro storico, ricco di edifici e monumenti di epoche diverse, si possono scoprire meraviglie archeologiche e artistiche straordinarie. A cominciare dalla Domus de) Mito testimonianza della antica città romana di TIPHERNUM MATAURENSE.
Questa Domus — venuta alla luce alla fine degli anni '90 — è una residenza gentilizia di epoca romana datata 1° secolo d.C. La pavimentazione affiorata è quella originale e rappresenta scene legate alla mitologia classica, La Città è ricca di chiese di grande bellezza. Lo Chiesa di Santo Caterina delle Bastarde con una imponente Pala d'altare e stucchi di pregevole fattura la Chiesa di San Filippo del XV secolo con la sua particolare pianta ottagonale; la Cattedrale settecentesca; la romanica Chiesa di Santa Maria Extra Muros con ben 13 altari e la "Madonna degli Angeli" di Taddeo e Federico Zuccari.

L'Itinerario della Bellezza si conclude a URBINO, Città Patrimonio dell'UNESCO. Città di Raffaello (è possibile visitare la sua Casa Natale) e di Federico da Montefeltro che fece costruire il Palazzo Ducale "il più bello che in tutta Italia si ritrovi". Oggi il Palazzo ospita la Galleria nazionale delle Marche e conserva capolavori di Raffaello, Piero della Francesca, Tiziano, Paolo Uccello... Ma a Urbino è impossibile non visitare e godere della bellezza degli Oratori di San Giovanni e San Giuseppe o la Fortezza di Albornoz da cui si gode una veduta straordinaria della Città o... percorrere le stradine, i vicoli, i saliscendi della Città ideale del Rinascimento. Amerigo Varotti Direttore Generale Confcommercio Pesaro e Urbino

Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies