Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

Eremi, chiese, santuari, abbazie nell’Itinerario del Silenzio e della Fede

Leggi

IT’S DAY Live, a Fano 3 giorni dedicati al turismo e alle nuove tecnologie

Leggi

Bonus sociale luce e gas: le novità del 2022

Leggi

Nuova cartellonistica Fipe per pubblici esercizi dal 1 maggio

Leggi

Frecciarossa e infrastrutture ferroviarie, Varotti: "Trattati come cittadini di serie B"

Nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza uno degli obiettivi strategici per l’ottenimento dei fondi europei del Recovery Plan è il potenziamento delle “Infrastrutture per la mobilità“ con particolare riferimento alla rete ferroviaria ed all’alta velocità.


Il miglioramento e potenziamento della rete infrastrutturale è certamente essenziale per accrescere le opportunità di sviluppo economico e turistico del Paese. Anche per questo è del tutto illogica, assurda e penalizzante per le Marche la decisione di Trenitalia di sopprimere i Frecciarossa Ancona- Bologna – Milano e il posticipo delle partenze del Frecciabianca per Roma.

Le Marche e i marchigiani vengono trattati da Trenitalia e Ferrovie dello Stato – cioè dai detentori di un servizio pubblico – come un territorio e cittadini di serie B. Per questa decisione unilaterale ed inaccettabile sosteniamo la protesta e le iniziative che metterà in campo il Presidente della Regione Acquaroli.

Ed a proposito di infrastrutture ferroviarie, Confcommercio ribadisce l’urgenza del ripristino – almeno inizialmente a scopo turistico – della linea Fano – Urbino.

Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies