Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

Nasce ASSO.M.I.T.O.

l’ Associazione dei Tour Operator di Confcommercio: Varotti nominato PresidenteLeggi

Promuovi la tua Attività

Scopri come aumentare la tua clientela con i nostri serviziLeggi

Convenzioni

Associati e Viziati con le convenzioni ConfcommercioLeggi

Confcommercio e Riviera Banca ancora insieme nel 2020

Leggi

Fossombrone: "La fine di un ducato. La misteriosa morte di Federico Ubaldo"

FOSSOMBRONE - Venerdì 1 novembre percorreremo insieme i luoghi dove Federico Ubaldo soggiornava durante le sue visite a Fossombrone, dalla meravigliosa chiesa eretta per sciogliere il voto della sua nascita miracolosa, fino allo scenario teatrale della Corte Alta, indissolubilmente legato alla sua morte misteriosa.

E’ il 1623. Federico Ubaldo, ultimo rampollo della Dinastia dei Della Rovere, muore misteriosamente di notte nel palazzo di Urbino. Si sa per certo e si tramanda nei secoli che la sera prima il giovane Duca aveva partecipato come attore ad una commedia, portando in spalla tutti i comici. Una morte naturale dovuta al troppo sforzo? Oppure come si sussurrò da subito si trattò di veleno o di una “soffocazione”? Troppi erano gli interessi che si erano concentrati attorno alla sua figura di ultimo erede di un territorio strategico come il Montefeltro.

Ma chi era Federico Ubaldo? Uno scellerato come tramanda la tradizione o una vittima di interessi più grandi di lui? Scopriremo i luoghi legati alla sua nascita e alla sua morte, raccontando i fatti e i personaggi nel tentativo di fare luce su questa morte misteriosa che cambiò per sempre la storia dei nostri territori.

Inizio visita ore 16 dalla Chiesa di San Filippo (C.so Garibaldi n.144).

Prenotazione obbligatoria entro il 31 ottobre al numero 340 8245162 (anche via whatsapp), oppure via mail all’indirizzo puntoiat@comune.fossombrone.ps.it

Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies