Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

Week Gastronomici D’(A)MARE - Estate 2022

Leggi

Rinnovo canone speciale RAI 2022, proroga al 31 marzo 2022 del termine per il pagamento

Leggi

Estate tra gusto e bellezza con i Week Gastronomici d’(A)mare

Leggi

Turismo, Confcommercio Marche Nord: «Al fianco di imprese e operatori con servizi e promozione»

Leggi

ACCORDO INTESA TRA CONFCOMMERCIO E SINDACATI: ALMENO FINO AL 30 SETTEMBRE

Assunzioni turistiche più facili, salta il tetto del 20%

LE IMPRESE del commercio della provincia godranno di una maggiore flessibilità nelle assunzioni per gestire i picchi di lavoro durante la stagione turistica.
Siglato un accordo tra Confcommercio Marche Nord e i sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil: fino al 30 settembre infatti le imprese commerciali che applicano integralmente il contratto nazionale di lavoro potranno assumere personale superando la proporzione del 20 per cento stabilita per le assunzioni a tempo determinato rispetto a quelle a tempo pieno.

IL PATTO è stato sottoscritto dal direttore di Confcommercio Marche Nord, Amerigo Varotti, assistito dalla responsabile delle Politiche del lavoro, Arianna Balestrieri, e dai segretari di Filcams-Cgil, Barbara Lucchi, Fisascat-Cisl, Domenico Montillo e Uiltucs-Uil, Fabrizio Bontà (foto).

«SI TRATTA di un passo di estrema importanza — sottolinea Amerigio Varotti — perché, in presenza dei limiti posti dal decreto Dignità sui contratti a termine, rappresenta un'ottima opportunità sia per le aziende, sia per i lavoratori che in questo modo saranno più tutelati ad altre forme contrattuali precarie quali voucher e lavoro intermittente».

Per usufruire dei benefici previsti, le imprese dovranno sottoscrivere copia autentica del contratto nelle sedi di Confcommercio, unitamente ad una dichiarazione di adesione.

«PIÙ FLESSIBILITÀ alle imprese nelle zone turistiche, e più opportunità per i lavoratori — sintetizza la segretaria della Filcams Cgil, Barbara Lucchi - E' chiaro che ciò che ci sta più a cuore è che i contratti siano regolari e per il reale numero delle ore che devono essere lavorate.
A fine stagione vedremo quali risultati porteremo a casa nonostante le sacche di lavoro grigio che restano difficili da contrastare». Insomma, grazie a questo ultimo accordo con i sindacati i livelli di occupazione, sebbene provvisori, sulla carta potrebbero aumentare. Anche se in effetti il bilancio, come dice Lucchi, si potrà fare solo fino a fine stagione.

Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies